la cutura

Hai mai avuto l’occasione di visitare La Cutura, il giardino botanico situato a Giuggianello, in provincia di Lecce? È una meta da non sottovalutare durante un viaggio in Puglia. Sarà amore a prima vista!

La Cutura è uno dei giardini botanici più belli d’Italia. Scopriamolo insieme!

Alla scoperta de La Cutura: origine e percorso guidato

Nell'omonima contrada Cutura sorge il Giardino Botanico di Giuggianello. Dall'esterno solo una normalissima villa tipica della campagna salentina, all'interno un percorso naturalistico fuori da ogni aspettativa, in grado di sorprendere piacevolmente e affascinare il visitatore.
Il principale elemento architettonico è la pietra: non è certo un caso che Cutura derivi dal gergo dialettale utilizzato per chiamare la pietra, e cioè cute.

Come più volte decantato dal suo ideatore e fondatore Salvatore Cezzi, ex banchiere salentino, il Giardino Botanico di Giuggianello è un "inno alla bellezza e alla biodiversità". Nato dalla passione di Salvatore per le piante, il giardino botanico più grande del Salento ospita una delle più ricche collezioni di piante rare, grasse e tropicali.

Il Giardino, il quale copre un’area di estensione di 35 ettari, è situato in un’antica tenuta di campagna realizzata in stile rurale. Non un comune giardino, ma un percorso roccioso in grado di condurre il visitatore alla scoperta di un luogo da fiaba che ospita più di 500 esemplari di piante rare, fiori e alberi provenienti da ogni parte del mondo, dall’Africa, all’Asia, all’America centrale e latina.

Una visita a quest’oasi verde è tappa obbligata per gli amanti della natura e collezionisti di piante rare.
La struttura è aperta al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 10:30 alle ore 13:00 e la domenica e i giorni festivi in via eccezionale dalle ore 10:30 alle ore 19:00.
Prenotando una visita individuale o, alternativamente, una visita guidata sarà possibile percorrere l’intera struttura immersi nel verde nel più completo relax.
Il percorso si articola in differenti aree tematiche.

La Serra

Il primo ambiente che troveremo da attraversare è la Serra, alta 16 metri e costruita in ferro e policarbonato, che ospita circa 200 piante tropicali da tutto il mondo. In questo luogo i cactus sono i veri padroni, ve ne sono di tutte le forme e dimensioni.

Il Giardino Roccioso

Con una breve camminata si arriverà poi al Giardino Roccioso, dove vengono coltivate varietà specifiche di Agavi e Opunzie.

Il Giardino Mediterraneo

Proseguendo in direzione del Giardino Mediterraneo Salentino potremo ammirare un laghetto naturale di Papiri e Ninfee, il quale immediatamente fa tornare alla mente i più bei dipinti del famoso Monet.

Le piante della Macchia Mediterranea, quindi conifere, ginestre, ginepri, mirto e timo domineranno questa parte di giardino. In un piccolo angolino sarà possibile notare una piccola esposizione di Piante Medicinali, accuratamente accompagnate da un cartellino che ne decanta le loro proprietà curative e mediche.

Il Giardino dei Semplici

Ma la nostra visita guidata non è ancora finita. Ora è la volta del Giardino dei Semplici, una tenuta in tempi passati adibita al pascolo degli animali da allevamento. Il profumo inconfondibile della Menta e quello deciso della Lavanda ci accompagnerà per tutto il cammino.

Il Bosco dei Lecci

Dopo aver ammirato il bellissimo e coloratissimo Roseto, arriveremo al Bosco dei Lecci, patria delle imponenti querce secolari, un tempo luogo di riparo per gli uccelli migratori.

Il Giardino Segreto

La perla de La Cutura è il Giardino Segreto, lontano dagli occhi indiscreti e custode delle piante più insolite e rare di tutto il giardino botanico Salentino.

Ci addentreremo percorrendo un misterioso sentiero che, attraversando una scalinata scavata nella roccia, raggiunge una cava di tufo. Sarà ivi possibile ammirare rari esemplari di piante di agrumi, conifere nane e eritrine, gardenie e orchidee tropicali dalle essenze profumatissime.

Gli animali

L’interno del Giardino Segreto ospita un buon numero di animali, conosciuti e meno conosciuti, come cerbiatti, fagiani, cigni, anatre e cavallini nani.

Dove mangiare: la Cutura Giuggianello Ristorante

La meta è ideale per chiunque voglia trascorrere una giornata all'insegna del verde. Se avrete voglia di rifocillarvi dopo la visita guidata, la Cutura Giuggianello Ristorante fa al caso vostro. Una ricca selezione di piatti tipici salentini sarà lì ad aspettarvi!

E se, prima di uscire, vi viene voglia di acquistare una pianta grassa non esitate. All'interno della struttura è presente un'area adibita alla vendita di piante grasse coltivate localmente.

Cerca

Community

XilHotel
Sonia

Sonia Riso

  Ciao sono Sonia! Proprietaria di questa villa sul mare. Da anni affitto la ...
Masseria

Copyrights © 2016 Salentiamo.com - All Rights Reserved

Powered by Envision

Please publish modules in offcanvas position.